Tra le agevolazioni contenute nel decreto legge n. 73 del 25 maggio 2021 trova posto un contributo per le persone fisiche che acquistano un veicolo di categoria M1 usato.

Tale contributo è riconosciuto solo in caso di adesione del cedente e fino ad esaurimento delle risorse stanziate. Il cedente riconosce al cessionario del veicolo l’importo del contributo e recupera tale importo quale credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, presentando il mod. F24, mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Per consentire l’utilizzo in compensazione del suddetto credito d’imposta, tramite modello F24, l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 61/E del 27 ottobre 2021, ha istituito il codice tributo ‘6929’ denominato ‘Eco-Bonus Veicoli Cat. M1 usati – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – articolo 73-quinquies, comma 2, lettera d), Dl n. 73/2021’.

L’Agenzia delle Entrate, inoltre, procede alla ridenominazione del codice tributo ‘6903’ istituito con la risoluzione n. 82/E del 23 settembre 2019 per consentire l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta per l’acquisto di veicoli di categoria M1 nuovi di fabbrica. La nuova denominazione è la seguente: ‘Eco-Bonus Veicoli Cat. M1, N1 e M1 speciali – Recupero del contributo statale sotto forma di credito d’imposta – art. 1, comma 1031 Legge n. 145/2018 e articolo 1, comma 657 Legge n. 178/2020’.

L’articolo Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1 e ridenominazione del codice tributo ‘6903’ proviene da Metaping.

CategoryNovità