Allo scopo di razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori in plastica la legge di Bilancio 2021 ha istituito un credito d’imposta, nella misura del 50% delle spese sostenute tra il 1°gennaio 2021 e il 31 dicembre 2023, per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti.

I soggetti in possesso dei requisiti per accedere al credito d’imposta sono tenuti a comunicare all’Agenzia delle Entrate, dal 1°febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese agevolabili, l’ammontare delle spese ammissibili sostenute nell’anno precedente.

Come anticipato ciascun beneficiario ha diritto ad un credito d’imposta del 50% delle spese complessive risultanti dall’ultima comunicazione validamente presentata.

L’ammontare massimo del credito d’imposta fruibile è pari al credito d’imposta indicato nella comunicazione validamente presentata moltiplicato per la percentuale resa nota da un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate entro il 31 marzo di ciascun anno.

In relazione alle spese sostenute i beneficiari possono utilizzare il credito d’imposta in compensazione; per le sole persone fisiche non esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo è valido l’utilizzo nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento delle spese agevolabili.

Ai fini dell’utilizzo in compensazione, il mod. F24 è presentato esclusivamente attraverso i servizi telematici delle Entrate, pena il rifiuto dell’operazione di versamento. Il credito d’imposta utilizzato in compensazione non può eccedere l’importo disponibile, pena lo scarto del modello.

Ciascun beneficiario può visualizzare il credito d’imposta fruibile tramite il proprio cassetto fiscale accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

Per consentire ai beneficiari l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta in parola, l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 17/E del 1°aprile 2022, ha istituito il codice tributo ‘6975’ denominato ‘CREDITO D’IMPOSTA PER L’ACQUISTO DI SISTEMI DI FILTRAGGIO ACQUA POTABILE – art. 1, commi da 1087 a 1089, della legge n. 178/2020’.

L’articolo Istituzione del codice tributo per l’utilizzo del credito d’imposta per l’acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile proviene da Metaping.

CategoryNovità