Cessione dei crediti. Gli intermediari chiedono più tempo per gestire la nuova stretta. Almeno tutto febbraio, dicono. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Sostegni-ter lo scorso 21 gennaio ma il testo va ancora definito su più punti sia in merito ai ristori quanto sul caro-bollette. I lavori in corso mettono in dubbio il termine del 7 febbraio indicato dall’Esecutivo per disciplinare la piena operatività del blocco delle cessioni multiple dei bonus edilizi e di quelli Covid. La bozza prevede, infatti, che i crediti che alla data del 7 febbraio 2022 sono stati precedentemente oggetto di una cessione o di uno sconto in fattura e, dunque, per i quali non si è ancora perfezionata la cessione, possono essere oggetto esclusivamente di una ulteriore cessione ad istituti di credito o ad altri intermediari finanziari. Ma proprio da quest’ultimi è arrivata la richiesta di una proroga a fine febbraio per evitare stravolgimenti in corso delle regole con conseguenze negative in termini di liquidità per tutta la filiera.

L’articolo Cessione dei crediti, sul tavolo più tempo per la nuova stretta proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa