L’Agenzia delle Entrate, nella risposta a interpello n. 40 del 21 gennaio 2022, ha chiarito che per gli interventi effettuati su parti comuni di un edificio che successivamente diventerà casa unica, spetta comunque il 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025, con una progressiva diminuzione dello sconto. Il chiarimento è stato fornito ad un contribuente in procinto di acquistare, una per sé, l’altra per il coniuge, due unità immobiliari facenti parte di un unico edificio, costituendo un condominio unico. L’edificio sarà sottoposto ad un intervento di demolizione e ricostruzione agevolato, dopo il quale i due immobili saranno accorpati catastalmente.

L’articolo Condominio mini, 110% esteso proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa