Entro il prossimo 7 febbraio vanno inviate le comunicazioni di cessione dei crediti da bonus edilizi all’Agenzia delle Entrate per usufruire dell’ulteriore ‘cessione jolly’ prevista dal decreto legge Sostegni-ter. Chi prima cede avrà, inoltre, un credito di più alto valore poiché ulteriormente trasferibile rispetto invece a chi invia la comunicazione dopo il 7 febbraio. Il citato decreto legge ha introdotto vincoli al trasferimento dei crediti fiscali derivanti dalle detrazioni per i principali bonus edilizi mettendo fine alle cessioni a catena e consentendo una sola operazione di trasferimento per credito. Salve parzialmente dal nuovo obbligo anti frode sono le operazioni di sconto in fattura per cui, oltre al trasferimento di credito che si realizza tra cliente ed impresa/fornitore, è concessa a quest’ultimo un’ulteriore possibilità di cessione a terzi del credito incamerato, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

L’articolo La cessione dei crediti al rush finale proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa