Il decreto legge fisco-lavoro ha abrogato la detassazione Ires e Irap del reddito imputabile ai beni immateriali. La misura è stata successivamente modificata dalla manovra 2022, con effetto dal periodo d’imposta 2021. Tuttavia, qualora l’impresa lo reputi più conveniente, ha tempo fino al 28 febbraio per effettuare tutti gli adempimenti documentali, contabili e di calcolo previsti dal ‘vecchio’ patent box, onde esercitare l’opzione con dichiarazione ‘tardiva’ per il 2020, con eventuale estensione al quinquennio (2020-2024). Dallo scorso 21 ottobre il decreto legge n. 146/2021, subito modificato dalla legge di Bilancio 2022, ha inserito una super deduzione del 110% dei costi di R&S, in sostituzione dell’originario patent box. L’improvvisa eliminazione ha effetto ex nunc ovvero dal 2021 e non ex tunc, dal 2020, come prevedeva la norma originaria, corretta dall’ultima manovra.

L’articolo Per accedere al vecchio patent box opzione entro la fine di febbraio proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa