Con la risposta a interpello 21/2022 l’Agenzia delle Entrate chiarisce che si applica la ritenuta per le operazioni a premio sul valore dei beni erogati a imprese che stipulano nuovi contratti di somministrazione di energia. I premi in questione, ricevuti come controprestazione della sottoscrizione del contratto, costituiscono elementi rientranti nella categoria del reddito di impresa e devono dunque essere assoggettati alla ritenuta del 25%, a titolo di imposta, prevista dall’articolo 30 del Dpr 600/1973. Il caso trattato dall’Amministrazione finanziaria riguarda una società che promuove la vendita di contratti di somministrazione di energia elettrica e gas naturale nei confronti di piccole e medie imprese e di professionisti.

L’articolo Ritenuta sui premi per i nuovi contratti proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa