Il credito d’imposta per ricerca e sviluppo è revocabile anche senza il parere del Mise. Quest’ultimo, infatti, è solo una facoltà che l’Agenzia delle Entrate può utilizzare nei casi in cui non sia in grado di esprimere compiutamente le proprie valutazioni sulla base di quanto allegato e documentato dal contribuente in esito all’attività svolta. Sulla base di queste argomentazioni la Ctp di Prato, con la sentenza n. 69/2022 dello scorso 21 aprile, ha ritenuto parzialmente legittimo l’operato dell’ufficio che, con specifico atto di recupero aveva disconosciuto il credito d’imposta R&S utilizzato da una società di software, applicando sanzioni in misura pari al 100% dello stesso.

L’articolo Credito R&S revocabile anche senza parere Mise proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa