La riforma del processo tributario che dovrà essere approvata secondo le linee del Pnrr entro il 31 dicembre 2022, prevede magistrati fiscali per 576 posti che dovranno essere assunti dal 2024 in ordine di 68 nuove assunzioni per anno fino al 2030. Questa è la cifra del nuovo organico che comporrà la quarta magistratura. In merito all’identikit del magistrato tributario professionale è prevista la possibilità per 100 magistrati ordinari di traghettare nel ruolo tributario in maniera permanente. Per le prove d’esame a magistrato tributario si procederà mediante concorso articolato in una prova scritta che consiste nella redazione di due elaborati teorici e una prova pratica, nonché in una prova orale. Aumentano di un terzo gli importi del contributo unificato tributario dovuti dalla parte processuale in funzione del valore della lite tributaria instaurata. Previsto un nuovo scaglione di valore della controversia compreso tra 200mila e 1 milione di euro, in relazione al quale è dovuto un importo di CUT pari a 4mila euro.

L’articolo Giudici fiscali per 576 posti proviene da Metaping.

CategoryRassegna stampa